Warning: filemtime(): stat failed for https://alpen-adria.info/wp-content/plugins/wp-google-map-gold/assets/css/block.css in /home/.sites/138/site6108026/web/alpen-adria.info/wp-content/plugins/wp-google-map-gold/classes/wpgmp-guten-block.php on line 51 Valli del Natisone - ALPEN-ADRIA JOURNAL

Le Valli del Natisone, Nediške Doline, al confine tra Friuli Venezia Giulia e Slovenia, sono un luogo magico dove trascorrere qualche giorno di relax in mezzo alla natura. Ricche di boschi di frassini, castagni, noccioli, tigli e carpini come pure di fiori, offrono ai loro visitatori una gradita varietà di colori e profumi in tutte le stagioni. Le Valli mantengono ancora viva la propria cultura e le proprie tradizioni slovene, i riti e le usanze come quelle legate al Natale e al carnevale (Pust) e al falò di San Giovanni (Kries). La natura di questa regione richiama soprattutto i camminatori grazie ai suoi numerosi sentieri tra cui il più famoso è l’Alpe Adria Trail: nella parte che si snoda tra le Valli del Natisone, lungo il confine italo-sloveno, si possono seguire (accompagnati o in autonomia) percorsi tematici di trekking dedicati ai luoghi di memoria del Primo Conflitto Mondiale.

Splendide escursioni

Un altro percorso, forse ancora più pittoresco, è il sentiero delle 44 Chiesette votive: 10 tappe per scoprire i tesori nascosti della Slavia friulana. 163 chilometri abbondanti, suddivisi in itinerari giornalieri che attraversano nove Comuni: Cividale, Prepotto, San Pietro al Natisone, Pulfero, Savogna, San Leonardo, Stregna, Grimacco e Drenchia. La difficoltà delle singole tappe varia da semplice a esperto; in alcuni tratti vengono anche proposte delle varianti, sentieri che deviano dal percorso principale e portano ad alcune delle Chiesette più nascoste.

Specialità locali

E per i buongustai, una delle più interessanti iniziative di promozione del territorio è quella che porta il nome di “Invito a pranzo”: 15 ristoratori delle Valli del Natisone si sono riuniti per creare gustosissimi pacchetti ed offrono al visitatore piatti tipici e antiche ricette. Ogni anno, in primavera e in autunno, si riuniscono per portare a tavola menù personalizzati e dedicati ai prodotti tipici stagionali (https://invitoapranzo.it). E non solo: vengono organizzati anche percorsi turistici esperienziali da vivere in bicicletta e scoprire pedalando la storia, la cultura locale e naturalmente l’enogastronomia.
Per maggiori informazioni, pacchetti e offerte turistiche, visitate il sito di Promoturismo FVG, al link Pacchetti/offerte (turismofvg.it)

Fotos: © PROMOTURISMO FVG, Marco Milani, Schirra/Giraldi and Alessandro Michelazzi.

, , , , , ,
Articolo precedente
100 anni della città mercato di Oristagno: Nel segno della diversità culturale
Articolo successivo
Tempi aurei per il vino: Consigli su come divertirsi in tre Paesi diversi

post simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.

WordPress Cookie Plugin by Real Cookie Banner